Durante il giorno, il livello del segnale varia a causa di diversi fattori, come la distanza dalla torre cellulare o la presenza degli ostacoli fisici. Abbiamo una vasta gamma di diversi tipi di ripetitori di segnale che possono diventare l’opzione più fattibile per piccoli appartamenti e grandi case. Capirne le cause per provare a porvi rimedio. Le emissioni radio dei telefoni cellulari possono penetrare più facilmente nelle parti dell’impianto per cosi dire a “larga banda” ovvero nelle quali la banda TV viene trattata nella sua totale larghezza. In quei condomini dove più facilmente possono penetrare segnali 4G LTE a causa di una maggiore vicinanza con le stazioni radio base di telefonia mobile, sicuramente sono stati già fatti interventi tecnici di protezione dalle interferenze, installando filtri LTE o sostituendo i componenti dell’impianto più a rischio. Rimane da valutare se l’attivazione delle trasmissioni 5G, qualora provengano dalle stesse stazioni Radio Base usate per il 4G LTE, vista la vicinanza, possa creare problemi

E se il vostro telefono è nella lista degli smartphone compatibili con il VoLTE (e avete abilitato questa funzione), potete anche beneficiare della tecnologia vocale Vodafone LTE. Puoi anche utilizzare le app per individuare le torri di trasmissione LTE, come ad esempio NetMonitor Cell Signal Logging. L’antenna esterna LTE del tuo ripetitore è la parte più importante dell’intero kit, è importante dunque che venga effettuata una corretta installazione e allineamento con le torri di trasmissione dei gestori telefonici a cui si è interessati. Passo 2. Installazione della o delle antenne interne. La stessa regola vale per un ripetitore LTE: è necessario aumentare la distanza tra le antenne o isolare maggiormente l’antenna esterna LTE e l’antenna interna LTE, l’una dall’altra. Per la ricezione del segnale 4G/LTE con un ripetitore 4G/LTE, è molto importante posizionare e installare correttamente l’antenna esterna LTE, della quale si richiede alta qualità. Eppure è un numero molto importante, è il rapporto fra l’impedenza del diffusore divisa per l’impedenza dell’amplificatore

Il campo cresce anche salendo di altezza, e possono verificarsi situazioni di sfondamento dei limiti se esistono edifici alla stessa quota dell’antenna, e a distanze inferiori a quelle indicate nel capitolo precedente. A seconda della configurazione dei vostri locali, compreso il numero di piani dei vostri locali residenziali o commerciali, è sufficiente definire in anticipo il numero di antenne interne necessarie per una buona copertura. La situazione è risolvibile ed è sufficiente installare un piccolo ripetitore segnale cellulare composto da un’antenna esterna per cellulare 4g collegata con un cavo coassiale da 5mm ad un amplificatore segnale cellulare installato in interno; un’opportuna antenna per cellulare da interno provvederà poi a distribuire il segnale nella zona non servita. Dentro casa non arriva segnale cellulare e invece fuori casa hai un segnale sufficiente per telefonare e navigare. Considerando che sempre più persone disdicono il loro abbonamento di telefonia fissa e utilizzano esclusivamente il telefono cellulare per chiamare, il ripetitore GSM è diventato la soluzione ideale per il traffico telefonico mobile all’interno della vostra casa. Potrebbe essere più difficoltoso risolvere invece un eventuale problema di compatibilità tra il vostro telefono e le tecnologie TIM. Questo è un esempio per far capire come le donne si siano abituate a delegare e a cercare altrove le alternative, invece che prendere in mano il problema

Per semplificare, l’amplificatore riceverà il segnale mobile grazie alla sua antenna installata all’esterno dell’edificio. Sarai in grado di godere di una connessione molto veloce grazie alla sua porta Ethernet e lo streaming in HD sarà facile e divertente. Pertanto, sono ottimi per gli appassionati di streaming HD e videogiochi. Se la copertura è quindi supportata, il segnale espanso potrà essere in 2G, 3G e 4G. La confezione di vendita contiene: un ripetitore, una antenna da esterno, una antenna da interno, un cavo LMR per collegare l’antenna del pannello esterno al ripetitore (lunga circa 10 metri) e l’alimentatore. Quindi, oltre a espandere la copertura Wi-Fi, crea anche una nuova connettività via cavo per un dispositivo come una smart TV o una console di gioco, tra gli altri. Ovviamente, quando possibile, includeremo anche l’elenco di tutti i gestori compatibili con quel particolare prodotto. Se l’installazione a soffitto non è tecnicamente possibile, optate per l’antenna a parete, da posizionare a metà lunghezza su una delle pareti. Questi programmi, che ogni canale TV trasmette indipendentemente se, quando e come vuole, sono utilizzati, usando anche il collegamento ad Internet delle Smart TV, per sovrapporre contenuti interattivi (come siti web) alla trasmissione televisiva

Per questo motivo è importante fare in modo che i segnali cellulari 4G e 5G, sebbene vengano captati dalle antenne UHF dell’impianto TV, non giungano all’interno dell’amplificatore grazie all’inserimento di filtri passa basso posti agli ingressi dell’amplificatore stesso in modo che abbassino molto, se non escludano completamente, tutta la banda di frequenze UHF che contiene segnali cellulari e non segnali TV. A questo punto, non dovrete fare altro che seguire le istruzioni e ordinare il vostro nuovo amplificatore. Invece, tramite la porta ottica-coassiale la decodifica arriva a 192kHz. Questo è anche un amplificatore bluetooth con supporto aptX per mandare tracce musicali al dispositivo via wireless dal nostro smartphone ed ascoltare in cuffia ad alta definizione. 108 dBµV. Questo valore deve essere inferiore al massimo livello di uscita dichiarato dal costruttore dell’amplificatore segnale lte che potrebbe essere, per esempio, 118 dBµV. Ad esempio, potresti aver bisogno di 20 antenne interne se hai 20 stanze. In altre parole, se oltre ai segnali TV si dovessero aggiungere segnali a 700 MHz (5G) o 800 MHz (4G) captati accidentalmente dalle antenne UHF, l’energia di questi canali si sommerebbe a quella dei canali TV generando un abbassamento delle prestazioni dell’amplificatore e un degrado complessivo su tutti i canali TV amplificati anche quelli che sono comunque più bassi del massimo ammissibile

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *